Orzotto con gamberetti fiori di zucca e zucchine

Maurizio Guerrazzi
Orzotto con gamberetti fiori di zucca e zucchine | Maurizio Guerrazzi | Chef a domicilio | Roma
PRESENTAZIONE

Oggi vi presento orzotto con gamberetti fiori di zucca e zucchine. Una ricetta fresca per l’estate, da mangiare magari sotto un gazebo, all’ombra, con il solo rumore del mare in sottofondo.

In molti sottovalutano l’orzo, pensando, erroneamente, che l’unica preparazione sia nelle minestre. Questo fa si che si perdano le numerose e gustosissime preparazioni che si possono avere con questo cereale, che oltre ad essere buonissimo possiede numerose proprietà in grado di apportare benefici al nostro organismo. Infatti essendo l’orzo ricco di proteine, sali minerali e fibre è molto utile a chi soffre di problemi legati allo stomaco; l’acido silicico rafforza invece capelli ed unghie
INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 400 gr di orzo perlato
  • 250 gr di gamberetti (meglio freschi, ma anche congelati va bene)
  • 2 zuchine romane
  • 2 mazzetti di fiori di zucca freschi
  • cipolla
  • brodo vegetale (per la cottura dell’orzo)

PREPARAZIONE

  • Preparare prima di tutto il brodo, ca. un litro, ma anche di più per essere sicuri, tanto se avanza ci potete fare una minestra.
  • Sciacquare bene l’orzo.
  • Lasciare il brodo da parte. Nel frattempo soffriggere la cipolla in una padella dai bordi alti, come quelle per i risotti.
  • Aggiungere quindi le zucchine e lasciare soffriggere per cinque minuti.
  • Mettere ora l’orzo e coprire il tutto con il brodo caldo, lasciando che il brodo asciughi prima di aggiungere altri mestoli, procedendo come per i risotti.
  • Arrivati a metà cottura, aggiungere i fiori di zucca, precedentemente lavati e privati del picciolo interno e del gambo, e i gamberetti.
  • Procedere fino a fine cottura, accertandosi , qualora il brodo si asciugasse e l’orzo non risultasse ancora cotto, di aggiungerne dell’ altro fino ad ottenere la cremosità gradita.
  • Aggiustare di sale e di pepe, e mantecare con parmigiano.

Adesso sedetevi, stappate una bella bottiglia di vino bianco, (io ci metterei un Vermentino di gallura) e godetevi il vostro pasto!

Buon appetito!

Lascia un commento

Nome*
Email*
Sito web
Messaggio*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>